Wkfc visita il Brasile

Proprio così;a breve insieme con Leonardo Albernaz di Leogafanha,forniremo tutte informazioni per potervi offrire la possibilità di una vacanza unica in Brasile.
Siamo a Rio de Janeiro nella sua mitica baia pescano snook,cernie e ombrine.
10941689_10205976284832041_855734633_n

index

10937780_10205976284912043_391952202_n

10525913_609966742450093_294846840983777166_n

250267_10205956249691175_6889199126723328728_n

A breve daremo tutti i dettagli per offrirvi un’esperienza indimenticabile da vivere su di un kayak.

That’s right; short together with Leonardo Albernaz of Leogafanha, we will provide all information to offer you the possibility of a unique holiday in Brazil.
We are in Rio de Janeiro in its mythical bay fishing snook, grouper and croaker.
Soon we will give all the details to create an unforgettable experience to live in a kayak.

Pubblicato in Fishing, Turismo | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Offerta Stealth kayak per l’italia

Per celebrare il lancio degli Stealth kayak in Italia, siamo molto felici di offrire un generoso sconto su tutti i gli scafi a catalogo.Possibilità di scelta dei colori disponibili.Unica offerta che non si ripeterà per i Ferrari dei kayak da farsi entro la fine di Febbraio.
I kayak saranno consegnati a mano in Italia – gratuitamente! (il posto da concordare).
Se si desidera consegnato a casa, ci sarà un costo aggiuntivo e per questa opzione contattare direttamente il fornitore europeo

info@stealthkayakseurope.com

alcuni modelli
10923678_756326534448771_5259124462103213773_n

Evolution Duo

Evolution Duo

evolution duo

evolution duo

10904205_755904277824330_1208907382_n

10847047_755904141157677_1892358352_n

10420080_581325685337775_8754048891386623485_n

10419596_756326104448814_8784052488964369917_n

10351252_757567014324723_313968103168689593_n

1908490_757567084324716_4248272760003910272_n

10168213_641620009282405_5659437291488612251_n

ed ecco le schede tecniche

Tabella-di-confronto-Stealth-kayak-pesca-Profisha

Tabella-di-confronto-Stealth-kayak-pesca-Evolution1

Tabella-di-confronto-Stealth-kayak-pesca-Supalite

per consegne contattare
info@wkfc.it
silu@hotmail.it
3480044086

Supalite 2010: 1590
Supalite X: 1690

Evolution 430: 1590
Evolution 465: 1690
Evolution 495: 1790
Evolution Duo: 1890

Profisha 475: 2190
Profisha 525: 2290
Profisha 575: 2390

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il fascino del Lago di Garda

Insieme agli amici di Mondo Kayak Fishing,Simone e Marco e il socio di scorribande Marco,approfittando della prova del Malibu stealth 14 l’amico di Verona,si è deciso di provare ad insidiare i lucci a traina sul lato veronese del lago appena a nord di Gardaland.
Data la stagione non è nemmeno servito fare la levataccia dato che l’orario migliore è quello di mezzo,cira dalle 9 fino verso le 15,ovvero l’orario più caldo delle giornate invernali.
Più caldo è una gran parola per la giornata di oggi in quanto dopo poco la partenza è cominciata una brezza gelida che si infilava dentro la collottola e si faceve sentire molto bene!
Appena in acqua lo scenario era veramente gradevole.

DSCF6670

DSCF6672

Comunque la brezza aiutava la pesca in quanto la traina che si effettuava era veramente lenta,al massimo 0,5 nodi,quindi non serviva nemmeno remare.

DSCF6673

DSCF6674

DSCF6675

DSCF6676

Il tempo passa ma l’ecoscandaglio non da segni di vita,anche se un paio di marcate di pesci e alcuni relitti davano speranza,quindi dopo poco si decide di fare una piccola pausa.

10252151_10204904456283718_1721399663390538194_n

Intanto Marco ha continuato nella pesca per poi arrendersi anche lui alla fame;per cui direzione riva per uno spuntino un po più serio.

DSCF6679

DSCF6678

DSCF6677

Salame veneto,sarde di lago fatte in casa da Marco,qualcosa di speciale tanto da finire il vasetto,un bel paio di bicchieri di rosso che riscalda il cuore e si riparte verso il largo.
Alcuni ragazzi con un gommone,conosciuti al varo,si avvicinano perdue parole e anche loro non hanno avuto molta fortuna.
La brezza,trasformatasi in vento un po più teso,ci fa decidere di rientrare con un bel cappotto ma è la pesca e non sempre le cose vanno come si vuole.

DSCF6681

DSCF6682

Ricaricato tutto,una merendina veloce ancora con panino e salame e un bel prosecchino,ci rincuora già pensando alla prossima uscita sperando che i pinnuti abbiano più volglia di mangiare.

DSCF6683

DSCF6685

DSCF6689

Finita la merenda,fatta poi in compagnia di due cignotti,ci godiamo il tramonto e salutatosi prendiamo il via verso casa.

DSCF6686

DSCF6687

DSCF6690

Grazie hai compagni di questa avventura in un posto pieno di fascino e alla prossima

Pubblicato in Fishing | Lascia un commento

Prima discesa dell’Adda 2015

Dopo il periodo di ferma forzata per le feste,passate tra mangiate in famiglia e bevute tra amici,un po di movimento era d’obbligo.
La domenica mattina passata risalendo il fiume Serio dietro casa,mi aveva risvegliato la malattia della kayakite accentuata poi dalle giornate splendide e terse.

DSCF6607DSCF6608DSCF6609DSCF6612DSCF6611DSCF6610DSCF6613DSCF6618DSCF6617DSCF6616DSCF6615DSCF6614DSCF6621DSCF6620DSCF6619DSCF6627DSCF6626DSCF6625DSCF6624DSCF6623vlcsnap-2015-01-05-17h54m20s151vlcsnap-2015-01-05-17h54m38s101vlcsnap-2015-01-05-17h56m17s66vlcsnap-2015-01-05-17h56m33s227vlcsnap-2015-01-05-17h57m30s33DSCF6630

Nel rientrare un’idea mi balena per il cervello:una bella discesa da fare con la modalità della doppia macchina,una a valle e una a monte,così da passare la giornata esplorando molto più fiume con il motivo in più di controllare come è messo il corso dopo la grossa piena di quest’autunno.
Chiamo l’amico Marco che da prima rifiuta perchè già impegnato ma poi,liberatosi,da il via alla preparazione di una giornata che già nella mia fantasia si preannunciava fotonica.
Partenza da Gombito per un percorso di circa 14 km fino al porto turistico di Formigara con tappe di riposo con degustazione e prove di pesca a maniè con la gomma dietro i pennelli che ci sono lungo il tracciato prescelto.
Sistemate tutte le cose si parte per la destinazione….
DSCF6631

Scaricato tutto,le macchine in posizione e i kayak i acqua la giornata super comincia.
Il varo è subito un bel modo di riscaldare i muscoli addormentati dalle feste,dato che si trova in un bel correntone,con l’entrata di un ramo del Serio Morto e il molo turistico del paese.

vlcsnap-2015-01-05-17h58m02s77

vlcsnap-2015-01-05-17h58m09s162

vlcsnap-2015-01-05-17h58m37s182

Il paesaggio è qualcosa di fantastico anche al freddo e le piante spoglie ampliano un po la visuale,tra l’altro con una luce stupenda e molto tersa tanto che dal fiume si possono vedere le montagne.

DSCF6632

DSCF6633

DSCF6634

Dopo un po di remare la fame si alza e data l’idea di fare una gita,è tutto pronto per soddisfare tutti i capricci di gola;quindi prima pausa di degustazione con dei formaggi e salame del nostro territorio;niente vino perchè visto il posto e sopratutto il vestiario del periodo è meglio evitare ubriachezza molesta,per non incappare in danni.

DSCF6635

Tappato,per il momento,il buco nello stomaco,ripartiamo proseguendo tra curvoni e prismate osserviamo come la piena ha modificato il corso sia per quanto riguarda le sponde,che i fondali,avendo spostato spiagge e scavato argini,non mi trovavo nemmeno per provare a pescare e quindi rinuncio per dare più tempo all’osservazione rimandando la ricerca del pesce a periodi più caldi e dove sicuramente ci sarà più movimento.

vlcsnap-2015-01-05-18h01m28s106

vlcsnap-2015-01-05-18h02m43s73

vlcsnap-2015-01-05-18h00m51s243

DSCF6636

Oramai l’ora di pranzo,e quella più desiderata,è alle porte,quindi decidiamo di attraccare in un punto sito circa a metà percorso e ci siamo messi all’opera con griglia,carne e birretta per alietare il tutto.
DSCF6648

DSCF6647

DSCF6637

DSCF6640

DSCF6644

DSCF6642

DSCF6643

DSCF6645

Un po di riposo prima di ripartire ci stà

DSCF6641

Il tratto che ci attende è un po più impervio rispetto a monte in quanto i gorghi che si formano rendono la discesa un po più impegnativa ma nulla che un paio di timonate e pagaiate vigorose non sistemano,ma lo spettacolo che ci circonda resta sempre fantastico.

DSCF6654

DSCF6649

DSCF6650

DSCF6651

DSCF6653

DSCF6659

DSCF6656

DSCF6655

DSCF6664

Finalmente arriviamo a destinazione in perfetto orario prima del buio così da ricaricare il tutto ancora con la luce e il tempo di fare ancora due foto

DSCF6660

DSCF6663

DSCF6658

DSCF6665

DSCF6666

Un arrivederci al fiume che ci saluta con uno splendido tramonto lasciandoci con dei ricordi stupendi e la voglia di tornarci quando le temperature saranno più miti magari con una bella notturna.

DSCF6667

Un saluto a tutti e vi aspettiamo per provare anche quest’esperienza veramente fantastica

Pubblicato in Turismo | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Il kayak in teoria:piccola lezione teorica per cominciare

Per praticare la pesca o quello che più vi aggrada a bordo di un kayak,bisogna ricordarsi una cosa ben fondamentale:il kayak è uno sport a se e non è sufficente sedersi su di uno scafo e cominciare a remare;esistono principi e regole da seguire per poter godere appieno delle nostre gite,senza soffrire con schiena,braccia e gambe.
Di seguito vi propongo le basi teoriche per poter cominciare a pagaiare correttamente;per il resto tutto a vostra fantasia.

I 5 PRINCIPI FONDAMENTALI

1-equilibrio
2-pala come fulcro
3-busto come motore
4-sguardo sempre sul punto di destinazione
5-arti inferiori come finale di propulsione

LA PAGAIA
E’ composta da tre parti:le due pale e il manico
possono avere diverse lunghezze che vanno dai 180 cm ai 240 cm,e diverse sfalsature di inclinazione delle due pale che va dai 85° fino allo 0 cioè in linea.
Le pale a loro volta sono formate da un dorso che è la parte anteriore,e la parte posteriore chiamata cucchiaio.

POSIZIONE DI BASE ED IMPUGNATURA
La posizione nel kayak deve essere ben precisa per non influire negativamente sui movimenti.
I piedi devono essere divaricati con i talloni verso il centro dello scafo e le punte il più all’esterno possibile con l’avanpiede appoggiato al punta piedi.
Le gambe leggermente flesse aiutano Il bacino che con la parte alta ruota in avanti mentre quella bassa indietro,restando così in anteroversione appoggiato sul seggiolino
Schiena è piegata in avanti le spalle sono decontratte e la testa è rilassata.

L’impugnatura è digitale ovvero il pollice e l’indice creano un anello che stringe il manico della pagaia mentre le altre dita appoggiano soltanto sul manico stesso
Il polso deve essere in linea con la mano e all’avanbraccio,con la pala destra esattamente perpendicolare all’acqua e la parte più lunga verso l’alto

ZONE DI LAVORO
Si definiscono così i tre settori dello scafo:anteriore centrale e posteriore

FONDAMENTALI DI PROPULSIONE
n.b.tutte le azioni si intendono cominciando da destra

1-Pagaiata in avanti:
l’assetto del kayak è neutro o normale,la pagaia lavora dalla parte del cucchiaio e le zone di lavoro sono l’anteriore e la centrale.
Con la gamba leggermente flessa busto in torsione e il braccio destro teso, andremo a prendere l’acqua nel punto più lontano nella zona anteriore,il braccio sinistro deve essere flesso con il gomito più basso del manico,la mano all’altezza degli occhi e la pala lavora completamente immersa;lo sguardo sempre fisso sul punto in cui vogliamo andare.
Cominciando la passata andremo in torsione con il busto,tirando con il braccio destro e spingendo con il sinistro fino a raggiungere la parte centrale della seduta,per poi effettuare l’estrazione che porterà automaticamente in posizione corretta la pala per il prossimo colpo;gli arti inferiori aiuteranno la propulsione spingendo sul punta piedi dalla parte del lavoro,ovvero il destro spingerà quando faremo la passata a destra e viceversa.

2-Pagaiata indietro:
anche qui l’assetto è neutro,la pagaia invece lavora con il dorso facendo restare lo scarico dell’acqua sempre verso l’alto e le zone di lavoro sono la posteriore e la centrale.
Il busto va in torsione all’indietro con lo sguardo sempre fisso sul punto di direzione andando a prendere l’acqua circa a ore 5 compiendo la spinta inversa con gli arti inferiori:passata a destra,spinta con il piede sinistro.
I movimenti delle braccia sono gli stessi della pagaiata in avanti invertiti.

3-Spostamento laterale ad un tempo:
Sposta il kayak parallelo a se stesso e si effettua con il cucchiaio della pala nella zona centrale dello scafo.
l’assetto del kayak e alzato verso la direzione in cui dobbiamo andare.
Il braccio destro è flesso attaccato al busto che sarà in torsione con il petto parallelo alla direzione scelta,il braccio sinistro teso in alto e il manico perpendicolare all’acqua;stendendo il braccio destro andremo a prendere l’acqua nel punto più lontano possibile dallo scafo e con il cucchiaio girato verso di noi tireremo fino a toccare il kayak,per poi estrarre la pala e ricominciare il movimento.verso sinistra sarà tutto uguale ed inverso.

4-Spostamento laterale ad un tempo continuo:
Anche questo sposta il kayak parallelo a se stesso e si effettua con il cucchiaio della pala nella zona centrale dello scafo.
l’assetto del kayak e alzato verso la direzione in cui dobbiamo andare.
Il braccio destro è flesso attaccato al busto che sarà in torsione con il petto parallelo alla direzione scelta,il braccio sinistro teso in alto e il manico perpendicolare all’acqua;stendendo il braccio destro andremo a prendere l’acqua nel punto più lontano possibile dallo scafo e con il cucchiaio girato verso di noi tireremo fino a toccare il kayak,per poi girare la pala di taglio tornando a prendere l’acqua senza estrazione.

5-Spostamento laterale continuo:
Sposta sempre il kayak parallelo a se stesso e si effettua con il cucchiaio della pala nella zona centrale dello scafo.
l’assetto del kayak e alzato verso la direzione in cui dobbiamo andare.
Il braccio destro è flesso e il busto,che sarà in torsione con il petto parallelo alla direzione scelta,aiuterà nella propulsione;il braccio sinistro teso in alto e il manico leggermente obliquo all’acqua;eseguiremo un movimento in linea retta avanti e indietro nella zona centrale di lavoro con il manico,mentre la pala sarà obliqua allo scafo;il busto spingerà e tirerà completando il movimento.

FONDAMENTALI DI ROTAZIONE

1-Pagaiata circolare in avanti
Serve a girare il kayak di punta restando nello stesso punto e si effettua con il cucchiaio della pala;le zone di lavoro sono tutte e tre con l’assetto che va da basso nella zona anteriore,neutro per la centrale e alzato per la posteriore.
Il braccio teso va a prendere l’acqua nel punto più vicino alla prua e restando teso faremo la passata compiento un semicerchio cercando di restare il più lontano dallo scafo nella zona centrale;la spinta del piede è in corrispondenza alla zona di lavoro e il busto compie il lavoro maggiore con una torsione di 180 gradi.

2-Pagaiata circolare indietro
Serve a girare il kayak di coda restando nello stesso punto e si effettua con il dorso della pala;le zone di lavoro sono tutte e tre con l’assetto che va da basso nella zona posteriore,neutro per la centrale e alzato per l’anteriore.
Il braccio teso va a prendere l’acqua nel punto più vicino alla poppa e restando teso faremo la passata compiento un semicerchio cercando di restare il più lontano dallo scafo nella zona centrale;la spinta del piede è in corrispondenza alla zona di lavoro e il busto compie il lavoro maggiore con una torsione di 180 gradi.

3-Timonata in linea
Serve a mantenere la direzione e si effettua con il dorso della pala portando la pagaia verso la poppa e,allargandola e stringendola verso di essa,manterremo la direzione prescelta aiutandoci con il busto.

FONDAMENTALI DI EQUILIBRIO

1-Appoggio basso
Serve per ripristinare l’assetto dopo un LIEVE sbilanciamento.
Si effettua con il dorso della pala e le zone di lavoro sono la posteriore e la centrale con il braccio dalla parte sbilanciata piegato e il manico in basso rispetto al gomito.
Faremo una passata chiamata “spazzata” senza far affondare la pagaia,appoggiandoci letteralmente su di essa fino a rimettere lo scafo in assetto neutro;è un movimento singolo aiutato con la spinta del piede della zona sbilanciata e il busto che va in torsione spingendo con gli addominali.

2-Appoggio alto
Serve a ripristinare l’assetto dopo un FORTE sbilanciamento.
Si effettua con il cucchiaio della pala e le zone di lavoro sono l’anteriore,la centrale e la posteriore;il braccio in questo caso è più basso del manico con il gomito già in acqua con un’ampia spazzata,partendo appunto dalla zona centrale,senza far affondare la pala,rimetteremo in assetto neutro il kayak.
Anche in questo caso la spinta degli addominali e l’arto inferiore della zona sbilanciata risulta fondamentale.

Questo è tutto ciò che più serve a bordo dei sit-on-top e per dubbi o se vi interessa una piccola lezione dal vivo contattatemi pure

Pubblicato in mondo KAYAK | Lascia un commento

Escursioni in Adda

escursioni adda
Questa escursione,alla portata di tutti,é fatta proprio per chi,principiante,vuol provare l’esperienza del kayak in mezzo ad una natura completamente libera,in un comprensorio di lanche con oltre 15 km di spot da visitare,sia che si tratti di pesca o fotografia,con una fauna molto ricca e scorci veramente interessanti.

10526070_494081354062209_4214562690468524449_n

10410266_10203630250629373_2120011520092616206_n

DSCF3682

DSCF3571

DSCF3569

Pubblicato in Fishing, Turismo | Lascia un commento

Uscite a Endine

volantino endine

le prenotazione possone essere fatte fino al giorno prima prescelto secondo disponibilità
ecco il regolamento della provincia di Bergamo per chiarire dubbi che potrebbero esserci

http://www.provincia.bergamo.it/provpordocs/Calendario_pesca_2014.pdf

Pubblicato in Fishing, Turismo | Lascia un commento

A lucci in Trentino

DSCF6516
Si organizzano viaggi in Trentino zona Valle dei Laghi a sud di Trento con alloggio privatoa 20 km da Riva del Garda e 30 km da Trento sita in un caratteristico paese ben vicino a spot spettacolari.
I prezzi per soggiornare in casa sono:

2 notti/2 giorni con partenza da Crema venerdì sera e rientro domenica sera(con l’opzione del lunedì mattina).
A persona comprende:il trasporto,la casa,il noleggio dei kayak(con opzione gratuita* per l’attrezzatura),incluso pranzo/cena 190 euro
Opzione rientro lunedì mattina:270 euro cena esclusa

4giorni/4 notti con partenza da Crema mercoledì sera e rientro domenica sera(con l’opzione del lunedì mattina).
A persona comprende:il trasporto,la casa,il noleggio dei kayak(con opzione gratuita* per l’attrezzatura),incluso pranzo/cena 285 euro
Opzione rientro lunedì mattina: 370 euro cena esclusa

6 giorni/6 notti con partenza da Crema lunedì mattina e rientro sabato sera.
A persona comprende:il trasporto,la casa,il noleggio dei kayak(con opzione gratuita* per l’attrezzatura),incluso pranzo/cena 400 euro
DSCF6517

Oppure in hotel presso L’hotel Sport di Levico che offre come campo base una location logisticamente perfetta per provare in tutti i punti migliori per insidiare i lucci.
I prezzi per soggiornare sono scontati del 10% sul listino dell’hotel e si riferiscono per i mesi di:aprile, maggio, giugno, settembre e ottobre;luglio e agosto su richiesta e disponibilità.
A persona comprende:il trasporto,il soggiorno,il noleggio dei kayak(con opzione gratuita* per l’attrezzatura).

Aprile,Maggio,Giugno:2 giorni/2 notti mezza penzione 215 euro
settembre e ottobre:2 giorni/2 notti mezza pensione 225 euro

Aprile,Maggio,Giugno:4giorni/4 notti mezza pensione 390 euro
Settembre e Ottobre:4giorni/4 notti mezza pensione 410 euro

Aprile,Maggio,Giugno:6 giorni/6 notti mezza pensione 521 euro
Settembre e Ottobre:6 giorni/6 notti mezza pensione 550 euro

home-inverno-1

*artificiali persi:
10 euro hardbait
5 euro softbait

4 posti a disposizione
possibilità su richiesta di soggiorno con famiglia su disponibilità
non incluso nel prezzo i permessi giornalieri per i vari laghi

Per ulteriori informazioni info@hotmail.it

Pubblicato in Fishing, Turismo | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Trentino da scoprire

1781586_536083893195288_7328648769043218139_o

Le ultime due settimane,per motivi familiari che poi ho unito al Mountain Pike che si è svolto a Levico,le ho passate in Trentino e precisamente ero di stanza a Fiavè,dove un caro amico possiede la casa,una di quelle montane del ‘500 con i soffitti bassi e le porte piccole molto caratteristiche.

DSCF6517

Arrivato su il 3 ho passato la settimana in completo relax pensando di fare delle puntatine nel Sarca ho voluto riposarmi quindi 100% riposo.
Tra l’altro la televisione era offline e quindi lettura,mangiate e soprattutto bevute….e 5 kg presi……
Il venerdì arriva alla svelta e si parte per Levico che in un’oretta si raggiunge……
Alla sera tutti a cena all’hotel Sport seguita dalla riunione per spiegare il regolamento del torneo e la consegna dei gadget in regalo hai partecipanti.
Dopo una settimana senza pesca ovviamente il sonno se nè andato con la luna e alla mattina sono partito di slancio verso il lago prescelto:il torneo si svolgeva in più spot dove ognuno sceglieva quello che riteneva migliore fra i vari laghi del comprensorio della valle.
Io ho voluto tentare il colpaccio subito il primo giorno per poi recuperare il secondo fosse andato male;scegliendo il lago di Levico ho rischiato il tutto per tutto in un posto difficilissimo ma con pesci che veramente sembrano coccodrilli con catture oltre il 120 cm e i 15 kg abbondanti,dato che l’assegnazione del primo premio era fatta dalla cattura del pinnuto più lungo.
Arrivato sullo spot mi sembrava di essere in paradiso;l’acqua piatta con il riflesso delle montagne verdeggianti che non ti faceva capire se eri dritto a a testa in giù,la limpidezza dell’acqua era assurda,cosa non ottima per la pesca ma ti veniva voglia di berla,e la miriade di folaghe,anatre e svassi maggiori,l’impressione era di non essere nemmeno in italia.
Le tecniche che mi ero prefissato erano la traina con il solito crank e una gomma antiincaglio da lanciare dentro le piante.
Appena entrato in acqua un leggiero venticello a pensato bene di rompere l’atmosfara.
Provato di tutto ma il primo giorno finisce con una bella pioggia e una bella pagaiata di 8 ore.
vlcsnap-2014-10-22-18h27m52s20

vlcsnap-2014-10-22-18h28m41s255

vlcsnap-2014-10-22-18h29m51s185

vlcsnap-2014-10-22-18h26m56s224

vlcsnap-2014-10-22-18h32m33s15

Il secondo giorno il tempo è stato più clemente e un piccolo lucciotto non mi ha fatto sbiancare in questo bellissimo evento.
Il lago prescelto è stato quello di Terlago un laggheto diviso in due,dove il più grande ospita una gran quantità di pesce di tutte le specie autoctone con la palese dimostrazione di come le cose gestite da gente competente e con l’interesse di tutti i pescatori,dato che lo sono per primi ad esserlo,consentono di godere appieno delle meraviglie naturalistiche che c’è da quelle parti.
Una rabbia immensa se penso a come vengono gestite le nostre dove,invece di incentivare il turismo e la pesca,non le danno il benchè minimo riguardo anche se si pagano le quote dei vadi bollettini….ma questo è un’altro argomento
Rientrati e pranzato si è passato alle premiazioni e al ritorno ben felice verso Fiavè.

vlcsnap-2014-10-22-18h35m41s74

vlcsnap-2014-10-22-18h35m06s6

vlcsnap-2014-10-21-23h26m10s171

DSCF6508

DSCF6507

DSCF6509

La settimana e trascorsa come la precedente ma al venerdì sera è arrivato su Aldo bello carico per andare a farci una bella pescata.
Al risveglio,dopo la cena un po lanciata e una spaghettata a mezzanotte,un po rintontiti ci siamo avviati verso il lago di garda zona Torbole ma il vento fortissimo ci ha fatto cambiare spot:perchè non provare ancora a Terlago?
Di corsa a fare i permessi e alla svelta in acqua che a differenza del Garda è placido;qualche lancio a mosca per catturare qualche bella scardola e sperando di prendere qualcosa di piccolo da usare come vivo,la mattinata scorre veloce e divertente.
Prima di pranzo si è alzato un venticello che mi ha fatto accendere la lampadina:monto una montatura da mort manié e risalgo il vento e arrivato al limite mi lascio portare in giro,facendo saltellare un’esca di gomma fatta con aggiunta di olio di pesce.
Dopo poco mi trovo a lottare con un bel lucciotto che ci ha risollevato il morale e fatta diventare una gran bella giornata in una giornata fotonica.
DSCF6516

vlcsnap-2014-10-22-18h41m20s105

DSCF6515

DSCF6514

DSCF6513

DSCF6512

1972493_536084049861939_6325100871459862732_n

1781586_536083893195288_7328648769043218139_o
Pranzo veloce al bar sul lago e ripartenza….il pomeriggio passa tranquillo con una mangiata che non trova l’amo e stavolta la meglio ce l’ha il pinnuto.
Sono state due settimane che mi hanno fatto conoscere posti bellissimi e fatto capire cosa vuol dire aver veramente a cuore il proprio territorio e le proprie risorse aiutando e non distruggendo ciò che più amiamo.
Ciao a tutti

Pubblicato in Fishing | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Malibu kayak all’Eastbay village di Anzio

Sabato 20 e domenica 21 nel circolo dell’Eastbay di Anzio si è svolta la presentazione e la prove gratuite dei kayak della Malibu,da poco arrivati in Italia tramite il negozio Colpo in canna.
La mattina si sono fatte dell prove con il kayak da surf dato che le condizioni del mare erano perfette per far scivolare l’express sulle onde e si è continuato per tutto il pomeriggio scoprendo un mondo nuovo e divertentissimo.
Un giro a pesca in serata e via a cena.
La domenica in mare ha permesso di provare tutti gli scafi con gran sopresa di sicurezza per la stabilità,la direzionabilità incredibile,e la bella velocità media che hanno queste barche.
Un ringraziamento a Emanuele Mattei e allo staff dell’Eastbay per l’oppurtunità di questi due stupendi giorni di mare divertimanto e novità.
Vi lascio alle immagini e vi invito a visitare il loro sito e scoprire tutti i loro servizi: http://www.yca.it/
A presto con le impressioni sugli scafi provati

DSCF6483

DSCF6481

DSCF6482

vlcsnap-2014-09-23-14h19m20s9

vlcsnap-2014-09-23-14h20m13s27

vlcsnap-2014-09-23-14h20m21s64

vlcsnap-2014-09-23-14h20m32s180

DSCF6487

DSCF6488

DSCF6489

DSCF6490

DSCF6484

vlcsnap-2014-09-23-14h31m19s246

vlcsnap-2014-09-23-14h31m07s109

vlcsnap-2014-09-23-14h30m31s48

vlcsnap-2014-09-23-14h30m11s114

vlcsnap-2014-09-23-14h29m51s156

vlcsnap-2014-09-23-14h21m23s218

vlcsnap-2014-09-23-14h20m58s217

vlcsnap-2014-09-23-14h32m00s167

vlcsnap-2014-09-23-14h18m59s44

DSCF6492

DSCF6494

DSCF6495

DSCF6496

DSCF6497

Ecco i kayak che si utilizzano per i principianti alla loro prima esperienza,sicuri,stabilissimi e con una grande manovrabilità
Stiamo parlando dei Stealth 12 e stealth 14;il primo un allround che può fare tutto e per tutti,dal ragazzo fino all’adulto,con gite che vanno dal fiume a carattere torrentizio fino all’utilizzo in mare,adatti anche ad escursioni di più giorni;il secondo più indicato per gli adulti è un po più marino.

Stealth 12

Stealth 12

Stealth 14

Stealth 14

Stealth al completo

Stealth al completo

Pubblicato in mondo KAYAK | Lascia un commento